Cosa fare se metti benzina nel motore diesel

Rifiorimento con benzina

Andare alla stazione di servizio per rifornire il veicolo di carburante è un’azione comune, necessaria per tutti i conducenti, perché altrimenti i mezzi non possono viaggiare. A volte, però, capita di trovarsi in difficoltà nella scelta del carburante da acquistare.

Succede specialmente con le vetture prese a noleggio o in prestito da un amico. La presenza del benzinaio, può essere un aiuto, perché normalmente con la sua conoscenza dei diversi modelli di automobili riesce a distinguere i sistemi di alimentazione e a consigliare la risposta alla fatidica domanda: diesel o benzina? Purtroppo, però, a volte si entra in un’area di servizio con self-service e quindi si deve risolvere il dilemma in maniera autonoma.

Il rumore del motore potrebbe aiutare a individuare il tipo di alimentazione, ma molto dipende anche dal modello. Quindi c’è il rischio di sbagliare e mettere il carburante sbagliato nel serbatoio. Cosa fare quando si mette la benzina nel diesel?

Le conseguenza della benzina nella vettura diesel

Quando si commettere l’errore con il carburante si pensa con preoccupazione a come trovare una soluzione, perché l’unica certezza è che i costi potenziali dello sbaglio sono decisamente elevati. Il risarcimento può essere ottenuto solamente se è responsabilità dell’addetto alla pompa, in caso contrario il problema è di chi ha fatto la scelta errata. Neppure l’assicurazione copre tali danni. Il gasolio per autotrazione viene miscelato con una percentuale di olio nettamente superiore a quella contenuta nella benzina, per via della maggiore lubrificazione necessaria al tipo di motore.

L’assenza di lubrificazione porta disagi al motore, fino al blocco della pompa d’iniezione. Ci sarebbero danni anche al resto dell’impianto, mettendo a rischio anche le valvole e i pistoni. Non va nemmeno trascurato il rischio d’incendio, perché la benzina brucia a temperature più basse rispetto al diesel, quindi nella camera di combustione può infiammarsi facilmente e in modo eccessivo. Lo shock termico porterebbe alla rottura del motore. Le vetture euro 4 e superiori rischiano di prendere fuoco con molta probabilità, quindi è ovvio che confondere diesel e benzina è rischioso. La benzina messa in un motore diesel rovinerà sicuramente il veicolo.

La soluzione prima dell’avvio

Se ci si accorge di aver sbagliato, ma non si è ancora messo in moto il veicolo, allora si può correre ai ripari. Certamente è costoso, ma non come rovinare irrimediabilmente la vettura. Bisogna svuotare completamente il serbatoio e quindi l’impianto di alimentazione, svolgendo un controllo accurato del motore. Nel caso vi siano danni, l’unica soluzione è la rottamazione del mezzo.

Il modo migliore per non incappare nello sbaglio, che purtroppo si verifica in diverse occasioni, è fare prevenzione. Non bisogna essere distratti, concentrarsi sulla scelta del carburante ed essere sicuri di ciò che si sta facendo. Nell’eventualità basta sostituire il tappo del serbatoio. Infatti in commercio si trovano alcuni articoli speciali che non lasciano entrare la pompa del tipo errato. In alcune automobili questi oggetti sono già in dotazione, così da facilitare il compito a chi deve fare rifornimento.

Se non si avvia il motore, il danno costa all’incirca 300 euro, mentre se vi sono danni, si arriva a spendere qualche migliaio di euro, oppure a perdere del tutto il veicolo.

Cosa non fare quando si mette benzina nel diesel

Una volta commesso lo sbaglio, non bisogna avviare il motore, per evitare che la benzina messa per errore possa entrare in circolazione e fare danni nell’impianto di alimentazione e nelle varie parti del motore. Se la portiera del veicolo è chiusa a chiave e funziona elettronicamente con la centralizzazione del meccanismo, non bisogna aprire. Non va aperta la vettura dal lato del guidatore, inserire la chiave nel quadro o fare operazioni che possano, come quelle descritte, attivare la pompa d’iniezione.

Si deve chiamare un carro attrezzi e farla portare in un’officina per lo svuotamento. Se per caso si parte, ai primi sintomi, bisogna fermarsi: marcia a strappi, eccessivo fumo dallo scarico. Anche in questo caso una volta arrestato il veicolo si chiama un carro attrezzi. Se dovesse capitare l’opposto, ovvero di mettere diesel nel benzina, a meno che l’auto sia datata, non sarebbe possibile, perché non entra la pompa nel serbatoio. Per le automobili più vecchie basta diluire il diesel con la benzina, aggiungendone subito e poi consumato metà serbatoio metterne ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *