Scegliere l’assicurazione per l’auto a noleggio

Uomo in macchina riceve un mazzo di chiavi

La polizza assicurativa è importantissima per chi si mette in viaggio con un’auto presa in noleggio. In vista delle vacanze estive risparmiate su tutto quello che vi pare, ma non lesinate sull’assicurazione. In questo modo sfuggirete alle brutte sorprese in caso d’incidente e viaggerete in completa tranquillità.

Un mezzo di trasporto per le vacanze è molto semplice da trovare, grazie alle numerose formule chiavi in mano, offerte di noleggio auto che però possono rivelarsi carenti sul fronte delle coperture assicurative. Il mercato, per le aziende che noleggiano veicoli è molto competitivo e le loro offerte sono il frutto di attente analisi dei costi e posizionamento della concorrenza: uscire sul mercato ad un prezzo più basso è un vantaggio competitivo importantissimo.

Non tutte le coperture assicurative sono richieste dalla normativa vigente (e ci mancherebbe altro), per tanto le società che si occupano di autonoleggio non hanno nessuno interesse a fornire un servizio non obbligatorio. Dovete sapere che un’automobile a noleggio è automaticamente coperta dalle assicurazioni RC e Kasko, ma il conducente è responsabile dei possibili danni che eccedano la franchigia.

Per franchigia s’intende un importo stabilito per contratto che l’assicurato s’impegna a versare a parziale copertura dei danni, in caso di incidente: in pratica per la guida di automobili, la franchigia è quella parte di un danno provocato a terze parti che l’assicurato dovrà rimborsare.

Anche se la franchigia è di competenza dell’assicurato, la parte lesa può rivendicare il risarcimento dall’assicurazione che dovrà rifarsi sull’assicurato.

La franchigia è assoluta oppure relativa. Con la formula della franchigia assoluta l’assicurato è tenuto al pagamento di una cifra fissa per ogni sinistro, indipendente dalla gravità del sinistro. Nel caso della franchigia relativa, l’assicurato è tenuto a corrispondere in pieno l’ammontare del danno causato per importi inferiori alla franchigia: superato il valore della soglia minima l’assicurato non è tenuto al pagamento di alcuna somma ed il sinistro viene gestito dall’assicurazione.

Tipologie assicurative accessorie per le auto a noleggio

Prima di partire con la tua auto noleggio è bene analizzare le possibile coperture assicurative complementari, spendere poco di più per andare in vacanza tranquilli.

Occorre fare particolare attenzione alle coperture assicurative quando la destinazione finale è un paese Estero non appartenente all’Unione Europea, dove la legislazione locale può riservare delle brutte sorprese in caso di indicente.

Le possibili coperture assicurative complementari a protezione contro numerose tipologie di rischi sono:

Collision Damage Waiver (CDW) – indica la limitazione di responsabilità per danni al mezzo di trasporto e corrisponde alla formula Kasko. È importante accertarsi che l’automobile non sia già danneggiata al momento del ritiro. In caso di riscontro positivo, si dovrà redigere un documento che attesta la preesistente presenza di danni alla vettura.

Third Party Insurance (TPI) – Si riferisce alla copertura per i danni che si potrebbero causare a terzi. Qualora si scegliesse questa copertura assicurativa, dobbiamo controllare il massimale, in quanto per alcuni paesi come gli Stati Uniti è veramente irrisorio. È comunque possibile integrare la polizza con formule accessorie, ad esempio la “excess liability insurance“, per coprire i danni supplementari.

Theft Waiver (TW) – copre il furto dell’automobile noleggiata

Damage Excess Refund (DER) – Copre la franchigia in caso di danni causati durante il periodo di noleggio. Non può essere utilizzata quando si noleggiano auto di lusso e non copre i danni arrecati a oggetti personali e ad alcune componenti del veicolo: telaio, vetri, tetto e pneumatici. Inoltre non viene riconosciuta in presenza queste condizioni:

  • guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di droga
  • utilizzo improprio del mezzo di trasporto
  • conducente diverso da quanto indicato nel contratto di noleggio
  • guida pericolosa
  • guida su strade non asfaltate

Nonostante queste limitazioni, la polizza DER è molto economica. Parliamo infatti di circa 7 euro al giorno, per cui possiamo integrare l’assicurazione con altre formule extra per coprire danni riportati ai passeggeri. Sono note con le sigle PAI e PEC (rispettivamente Personal Accident Insurance e Personal Effects Coverage)

TP (Limitazione di responsabilità per furto) e CDW (Limitazione di responsabilità per danni) – Questa assicurazione assicura contro i danni (CDW) ed il furto (TP) ed è analoga all’assicurazione Kasko contro rischi totali o parziali. Queste polizze sono accompagnate da una franchigia che può essere rimborsata in caso di sinistro.

Public Liability e Third Party Liability: Con questa copertura assicurativa si possono assicurare due persone, il guidatore principale ed uno secondario contro danni a persone o cose. Le variazioni di questa copertura possono essere notevoli. Va notato che in America la copertura massima prevista è molto bassa ed è consigliabile stipulare delle polizze in loco una volta arrivati.

Ulteriori Coperture Assicurative

Assicurazioni per i passeggeri e per il bagaglio possono venire stipulate sia prima del noleggio presso una ditta di assicurazioni turistiche, che direttamente sul posto, presso gli stessi uffici di auto noleggio, al momento del ritiro dell’auto.

In Italia non siamo dipendenti dalla carta di credito, mentre all’Estero è uno strumento indispensabile per fare gli acquisti, anche per le polizze assicurative. Prima di partire chiedere assistenza all’istituto di credito o finanziaria che ha emesso la carta per verificarne la validità per acquistare coperture assicurative come quelle descritte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *