Guida sicura in inverno

Guida sicura in inverno

Ghiaccio, pioggia, neve, grandine: questo è l’inverno. Una stagione che crea problemi un po’ a tutti, ma soprattutto gli automobilisti si trovano ad affrontare situazioni molto impegnative. In inverno una disattenzione si paga molto cara, con rischio d’incidenti o guasti per non aver seguito delle semplici raccomandazioni o non essersi dotati dei giusti accessori per una guida sicura.

In questo articolo vogliamo offrire una serie di consigli per non rimanere bloccati in strada con le basse temperature e informarvi come adattare la guida alle condizioni climatiche, anche a seconda del tipo di veicolo.

Prima di mettersi in viaggio è doveroso eseguire un’accurata revisione del veicolo. Controllate il radiatore, i livelli del liquido antigelo (anche del tergicristalli), olio, sterzo, freni, illuminazione e assicuratevi che le gomme siano in condizioni ottimali.

Quando poi siamo in viaggio, oltre alle normali regole del buon senso, particolare attenzione va prestata nell’evitare manovre brusche e sfruttare al massimo le marce basse. I limiti di velocità in presenza di pioggia o neve sono di 110 km/h sulle autostrade e 90 km/h sulle extraurbane. La distanza di sicurezza deve essere raddoppiata, data la presenza di tratti ghiacciati.

Uso delle catene o gomme termiche

Dobbiamo procurarci delle catene da neve da tenere nel portabagagli e installarne prontamente quando si percorrono strade coperte da neve o ghiaccio. Oltre al discorso della sicurezza, bisogna considerare che in particolari situazioni a rischio, le autorità competenti possono vietare la circolazione ai veicoli sprovvisti di catene.

Chi non è abituato alle neve probabilmente non saprà come procedere per l’installazione. A tal proposito vi proponiamo una valida dimostrazione offerta da Quattroruote.

Per quanto riguarda le gomme termiche, la normativa in materia di sicurezza su percorsi innevati o ghiacciati prevede che le gomme invernali siglate M+S sono in regola anche per i tratti in cui il segnale prevede l’obbligo delle catene per neve. I pneumatici invernali, infatti, hanno mescole più adatte al freddo e dei disegni che permettono una maggiore aderenza al manto stradale.

Se è vero che le catene sono più economiche rispetto agli pneumatici, non tutte le case automobilistiche assicurano la possibilità di montarle sulle loro vetture e se non omologate anche le catene a montaggio frontale non sono consentite.

Non contemplate dal codice della sicurezza stradale le cosiddette “calze” per via della loro efficienza limitata solo alla neve fresca. Capitolo a parte per l’utilizzo di gomme chiodate; queste sono ammesse solo dal periodo che va dal 15 novembre al 15 marzo e i chiodi non devono sporgere più di 1,5 millimetri ed essere tra gli 80 e i 160 per gomma. Nel caso si optasse per i chiodi cambiano i valori relativi alla velocità massima consentita: 120 km/h in autostrada e 90 km/h sulle statali.

Altre raccomandazioni

Si consiglia di tenere in macchina una torcia elettrica, un paio di coperte, giubbotti riflettenti, un raschietto per rimuovere il ghiaccio dai vetri congelati o in alternativa un contenitore spray in cui versare preventivamente una soluzione composta da alcol e acqua.

Verificate il percorso prima di partire, fate il pieno di carburante, usate il condizionatore con aria calda per evitare l’appannamento dei vetri. Se il blocco motore è congelato, riscaldate la chiave con un accendino e inseritela lentamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *