Come verificare se il bollo è stato pagato

Bollo auto

Abbiamo acquistato un’auto usata da poco e vogliamo avere la certezza che il bollo sia già stato pagato dal vecchio proprietario (che purtroppo non ha conservato la ricevuta) venendo anche così a conoscenza della scadenza? Oppure abbiamo perso i vecchi pagamenti e non riusciamo a ricordarci quando sarà la prossima scadenza del bollo della macchina?

Rischiamo di dover pagare delle multe per il ritardo, forse è bene informarsi. E come? Dobbiamo recarci per forza all’ufficio ACI più vicino o ci sono altri modi per scoprirlo? Come si fa a verificare il pagamento del bollo dell’auto? Restiamo comodamente seduti a casa: dei modi esistono e ora scopriremo quali.

Alcuni siti web fanno esattamente al caso nostro e ci eviteranno code estenuanti a uffici e sportelli o lunghe attese telefoniche: si tratta degli indirizzi internet dell’ACI e dell’Agenzia delle Entrate (il servizio offerto da quest’ultimo è valido solo per alcune regioni). Attraverso questi portali potremo conoscere gli importi dei bolli pagati (o da pagare) e lo stato dei pagamenti.

Il servizio offerto da ACI consente di verificare lo stato del pagamento del bollo in tutte le regioni d’Italia, il calcolo del prossimo pagamento e il pagamento online del bollo dovuto, con un rincaro dell’1,2% (quest’ultima opzione è però disponibile solo per la regione Lombardia e per le regioni e le province autonome convenzionate, quali Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Toscana, Umbria e le Province autonome di Trento e Bolzano).

Dalla homepage del sito, selezionare tra le voci a sinistra Calcola il bollo sotto il menu Servizi online. Si aprirà una pagina che spiegherà in dettaglio come comportarsi a seconda delle informazioni che cerchiamo. Facendo click sul link tipo di pagamento verremo reindirizzati ad un’altra pagina per il calcolo del bollo dove ci verrà chiesto di inserire la targa e la categoria del veicolo interessato. Qualora il pagamento sia già stato effettuato verrà immediatamente segnalato dalla procedura (anche se i pagamenti effettuati tramite soggetti non connessi agli archivi dell’ACI potrebbero non essere ancora aggiornati al momento del calcolo e quindi non vengono segnalati).

Per quanto riguarda il servizio di verifica del pagamento del bollo offerto dall’Agenzia delle entrate, questo è disponibile solo per alcune regioni (Marche, Friuli Venezia-Giulia, Sicilia, Sardegna e Valle D’Aosta) e solo se i pagamenti sono avvenuti presso agenzie di pratiche auto o tabaccherie.

La procedura è molto semplice: dalla pagina principale selezionare la voce Servizi online e quindi Servizi senza registrazione. A questo punto si apre una pagina con più link che reindirizzano ad altre pagine. Selezionare la prima voce Calcolo del bollo e controllo dei pagamenti effettuati in base ai KW o ai CV. Nella pagina che ci appare la voce per la verifica dello stato del bollo è l’ultima, Controllo pagamenti effettuati del bollo auto. Facendo click si aprirà un modulo da compilare, dove ci verrà chiesto di inserire alcune informazioni, quali regione di residenza, categoria e targa del veicolo e anno di pagamento. Dopo aver cliccato su Visualizza pagamenti verranno visualizzate tutte le informazioni che cerchiamo.

In ogni caso, qualunque sia la nostra regione di appartenenza, potremo comunque calcolare il bollo da pagare in base ai Kw o ai Cv o in base alla targa del veicolo (selezionando una delle voci disponibili nella stessa pagina in cui appare l’opzione Controllo pagamenti effettuati del bollo auto).

Ricordiamo, infine, che le varie regioni possono disporre autonomamente di servizi online per la verifica del pagamento del bollo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *